vr5000
Articoli,  Guide e tutorial

Radiodiffusione internazionale in onde corte

Le bande radio in HF

Le onde corte (HF acronimo di high-frequency, od in inglese “SW short-wave) sono una gamma di frequenze comprese tra i 3 MHz ed i 30 MHz, corrispondenti alle lunghezze d’onda da 100 a 10 m. Le onde corte permettono con poca (relativa) potenza, di effettuare collegamenti a lunga distanza, nonostante la curvatura terrestre.

Le trasmissioni radiofoniche internazionali, definite Broadcast, avvengono su 14 bande in onde corte. Le stazioni operano in modulazione di ampiezza, con qualche eccezione in SSB, alcune trasmissioni vengono trasmesse anche in digitale, in formato DRM (Digital Radio Mondiale). Le potenze possono raggiungere anche le centinaia di KiloWatt.

Gli ascoltatori di trasmissioni Broadcast in onde corte vengono definiti BCL, ossia Broadcast Listner, essi fanno parte dell’insieme degli SWL short wave listner. Per approfondire l’argomento del radioascolto, visita la pagina dedicata.

Nel momento in cui scrivo, è possibile ascoltare con facilità nel pomeriggio e sera in onde corte: Radio Cina Internazionale, Radio Romania Internazionale, Radio Tirana, Radio Cairo, Voce della Turchia, Voce Islamica dell’IRAN. Elenco trasmissioni in onde corte in lingua italiana.

Programmi in italiano

Ovviamente le emittenti in lingua italiana saranno quelle che si seguiranno con magior interesse. Abbiamo oltre alle emittenti italiane, anche emittenti straniere che trasmettono i loro programmi in lingua italiana.

In onde corte abbiamo soltanto la Radio Vaticana , un tempo ce’era anche RAI international, ma ha cessato le trasmissioni nel 2007; entrambe trasmettevano dall’Italia. Di emittenti italiane che trasmettono in onde corte mediante trasmettitori di terze parti abbiamo OBIETTIVO DX che trasmette tramite Adwentist World Radio, attiva con discontinuità Italian Broadcasting Corporation . Gli orari delle trasmissioni sono disponibili sui loro sito ufficiali. Il targhet è l’Italia, quindi la ricezione è facile e di ottima qualità.

La Conferenza Mondiale delle Radiocomunicazioni del 1997 (WRC-97) ha allocato le seguenti bande per la radiodiffusione internazionale:

BandaFrequenzeNote
120 Mt2300 – 2495 kHzBanda tropicale, segnali orari sui 2500 kHz. Nonostante sia inclusa nelle onde corte fa parte delle MW.
90 Mt3200 – 3400 kHzBanda tropicale. Viene usata nelle zone a latidudine tropicale, in quanto in quelle zone la topografia rende difficile la ricezione, inoltre i temporali tropicali aggiungono rumore atmosferico alla ricezione.
75 Mt3900 – 4050 kHzUsata soprattutto nell'emisfero orientale. Condivisa con la banda amatoriale americana degli 80 metri.
60 Mt 4700 – 5150 kHzBanda tropicale, buona propagazione notturna. Segnali orari sui 5000 kHz.
49 Mt 5800 – 6300 kHzBuona banda notturna per tutto l'anno; scarsa propagazione diurna.
41 Mt 7200 – 7600 kHzVariabile in base alla zona; buona propagazione notturna. Secondo le decisioni della WRC-03, nelle regioni ITU 1 e 3, il segmento 7100 — 7200 kHz è assegnato al servizio di radioamatore con statuto primario.
31 Mt 9100 – 9900 kHzLa banda più utilizzata. Propagazione notturna buona durante tutto l'anno; quella diurna variabile stagionalmente ma migliore durante l'inverno. Segnali di tempo intorno ai 10 MHz.
25 Mt 11500 – 12200 kHzSolitamente migliore in estate e negli orari intorno al tramonto.
22 Mt 13500 – 13900 kHzUsata soprattutto in Eurasia. Simile alla banda dei 19 m; migliore in estate.
19 Mt 15000 – 15900 kHzBuona propagazione diurna, propagazione notturna variabile; migliore in estate. Segnali orari sui 15 MHz.
16 Mt 17400 – 17995 kHzBuona propagazione diurna, propagazione notturna variabile; migliore in estate.
15 Mt 18800 – 19100 kHzScarsamente utilizzata; in futuro potrebbe diventare una banda per il DRM.
13 Mt 21450 – 21850 kHzPropagazione diurna irregolare, con una propagazione notturna molto scarsa. Simile agli 11 metri.
11 Mt 25550 – 26200 kHzScarsamente utilizzata. Propagazione notturna inesistente (se non localmente per onde di terra), propagazione diurna variabile in base all'attività solare.

Siti di riferimento e fonti

https://it.wikipedia.org/wiki/Onde_corte#Radiodiffusione_internazionale

https://www.short-wave.info/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.